Domanda chiusa

Altra domanda

Pasta per la pizza?

Voi come fatte la pasta per pizza?

2 punti

Inviata il 03 maggio 2007 - 5 risposte

segnala abuso | salva nei preferiti | condividi | invia via mail

Risposte

Io la faccio cosi:

1 kg di farina rinforzata, se non la trovi fai 700 gr di 00 e 300 gr di manitoba
6 gr di lievito di birra, se ne metti di più la pizza continuerà a lievitare nella pancia dopo averla mangiata..
20 gr di sale
olio extravergine 3/4 cucchiai
acqua q.b.
il pastello deve risultare morbido, asciutto e non caldo
tempo di lievitatura, secondo la stagione, cmq per adesso è di circa 5/6 ore

Inviata il 03 maggio 2007

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

Per un buon impasto è la seguente:

* 1 l. di acqua
* 2 kg di farina
* 20 g di lievito fresco (7 di quello secco)
* 50 g di sale marino

naturalmente le quantità possono essere aumentate o diminuite secondo la necessità, come pure il lievito va diminuito se la temperatura ambiente risulta superiore ai 23-25 °C (es. in estate).
Un impasto ottenuto secondo la ricetta produrrebbe kg 3,070 di pasta pronta, sufficiente per preparare 4 teglie adatte ad un forno da casa.

3. L' impastazione
Per eseguire l'impasto, munirsi di due contenitori sufficientemente capienti nei quali disporrete in ogni uno la metà della farina. Dividete l'acqua in due recipienti dove scioglierete in uno il sale e nell'altro il lievito; versate la soluzione salina in un contenitore di farina e la soluzione di lieviti nell'altro contenitore. Mescolate separatamente fino a quando non sono diventati due composti consistenti, quindi unite i due impasti e terminate l' impastazione solo quando la pasta risulterà essere liscia, vellutata e giustamente umida.


Se disporrete di una macchina impastatrice procedete, sempre iniziando dalla farina, quindi inserite l'acqua dove avrete sciolto il lievito, avendo l'accortezza di lasciarne 2 dl per sciogliere il sale che aggiungerete quando l'impasto avrà raggiunto una certa consistenza. Evitare sempre di mettere a stretto contatto il sale ed il lievito perché il primo impedisce al secondo di svolgere la sua funzione.
La pasta risulterà essere pronta quando la vasca della macchina rimane perfettamente pulita.

A questo punto si può procedere al taglio della pasta per formare dei panetti della grammatura voluta secondo lo spessore della pizza che si vuol avere dopo la cottura.
Prima di procedere alla lievitazione si può mettere la pasta in frigo a 2-6 °C per procedere alla maturazione della pasta che, secondo la temperatura impostata, risulta essere rispettivamente dalle 24 alle 6-8 ore

4. La lievitazione
Consiste nel far riposare la pasta (al centro della teglia dove successivamente verrà cotta) per circa 3 ore a temperatura costante (23 °C), operazione questa che permette ai lieviti di produrre gas che fanno rigonfiare l'impasto.


Il panetto lievitato dovrà quindi essere disteso nella teglia con la pressione delle dita fino ad ottenere uno strato omogeneo che arrivi ai lati del recipiente, naturalmente lo stesso prima di deporre la pasta dovrà essere oliato leggermente.
A questo punto sulla pasta va spalmato il pomodoro, se la pizza dovrà essere rossa, oppure l'olio se bianca e lasciata riposare per almeno 1 ora prima di procedere alla cottura.
Se la pasta è stata in frigo per la maturazione, per una corretta lievitazione, dopo averla tolta dal frigo trattare la pasta come se fosse appena impastata, quindi far effettuare la lievitazione rispettando gli stessi tempi.

5. La cottura
E' l'ultima operazione ma è la più importante in quanto consente, se correttamente eseguita, di esaltare tutta la qualità del prodotto.
In un forno casalingo la temperatura di cottura sarà mediamente di 250°C per un tempo che varia tra i 12-15 minuti. Quindi esso va preventivamente messo al massimo e fatto arrivare a temperatura prima di procedere alla cottura della pizza.
Per tali motivi la cottura deve avvenire in due tempi diversi:

Cuocere per circa 8-10 minuti solo la pasta con sopra il pomodoro, se rossa, oppure solo spalmata di olio.
Ritirare la teglia dal forno, effettuare la farcitura secondo la ricetta che si vuole ottenere, quindi rimettere la teglia nel forno per ultimare la cottura della pasta e degli ingredienti con il tempo rimasto.

Se si vuole gustare il profumo e la fragranza in tutta la sua intensità, la pizza deve essere consumata appena uscita dal forno.

Inviata il 03 maggio 2007

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

Pasta per pizza

Ingredienti:
farina di «forza» gr. 500
lievito di birra gr. 10/20
sale q.b.
olio di oliva o strutto gr. 30
malto gr. 10
acqua lt. 0,280 circa

Preparazione:
A. Stemperare il lievito in un po' d'acqua tiepida, aggiungere 1/4 della farina e impastare.
B. Formare una palla, tagliarla a croce e metterla a lievitare in un luogo tiepido, finché il volume sarà raddoppiato; questo composto viene chiamata "biga".
C. Mettere sul tavolo di marmo la farina a fontana e tutti gli altri ingredienti al centro; impastare parzialmente ed aggiungere la palla lievitata.
D. Continuare a lavorare fino ad ottenere una pasta liscia, elastica e di giusta consistenza.
E. Ungere l'impasto, coprirlo con un tovagliolo e lasciarlo lievitare a temperatura di 30°C circa in un luogo non ventilato.
F. La quantità di lievito da usare dipende dal tempo di lievitazione: per il ciclo di tre ore occorre la dose massima; per il ciclo di sei ore è sufficiente la dose minima: il primo sistema è adatto per pizze alte al taglio, mentre il secondo per pizze basse al piatto.
G. Se questa pasta viene utilizzata per preparare pizze alte, si possono aggiungere 70-80 gr. di strutto.

Inviata il 03 maggio 2007

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

Pasta per pizza:

Ingredienti: 500 gr di farina 0, 25 gr di lievito di birra, 1/2 cucchiaino di zucchero, 1 cucchiaio d'olio, 1/2 cucchiaio da tavola di sale
Preparazione: Sciogliete il lievito di birra in un bicchiere di acqua tiepida. Versate sulla spianatoia 100 gr di farina a fontana, versatevi l'acqua con il lievito e l'olio. Impastate fino ad ottenere un panetto che farete lievitare in una terrina coperto, in luogo tiepido, finchè il volume sarà raddoppiato. Mettete sulla spianatoria la restante farina, mescolatevi il sale, lo zucchero e fate la fontana. Ponete al centro il panetto lievitato ed impastate aggiungendo 1/2 bicchiere di acqua tiepida. Lavorate l'impasto per circa dieci minuti fino a farlo diventare elastico, aggiundendo se necessario ancora acqua. Formatene una palla, incidetela con 2 taglia a croce e fatela lievitare ancora un'ora in luogo tiepido.

Inviata il 03 maggio 2007

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

Perchè non la compri già pronta in supermercato? So che non è il massimo ma rispsrmi tanto tempo.

Inviata il 03 maggio 2007

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

© Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati | Tuttogratis non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti. Tuttogratis e la tua Privacy.

rss