Domanda chiusa

Altra domanda

Come funziona la pentola a pressione?

3 punti

Inviata il 04 aprile 2007 - 3 risposte

segnala abuso | salva nei preferiti | condividi | invia via mail

Risposte

? opinione diffusa che per cuocere più in fretta sia necessario alzare la fiamma. In realtà, qualunque sia l'intensità della fiamma, la temperatura dell'acqua (e del cibo) non supera mai i 100 gradi. Però, nella pentola a pressione i tempi di cottura dei cibi sono più brevi. Per spiegarne il motivo è necessario sapere che i passaggi di stato dell'acqua (solido, liquido e aeriforme) dipendono dalla pressione e dalla temperatura. In situazioni normali l'ebollizione, cioè il passaggio dallo stato liquido a quello gassoso, avviene alla temperatura di 100 °. Quando la pressione è più alta, come avviene nel caso della pentola a pressione, l'acqua bolle a temperatura superiore a 100 °C. Se la pressione atmosferica è più bassa, come per esempio in montagna, l'acqua bolle a temperature più basse.
Temperature più alte. La pentola a pressione sfrutta questo principio: la chiusura quasi ermetica della pentola impedisce la fuoriuscita del vapore che deriva dalla cottura. Il vapore si accumula all'interno del recipiente, creando un ambiente a temperatura maggiore. La temperatura di ebollizione - e quindi di cottura - aumenta (fino anche a 120 gradi) diminuendo di conseguenza i tempi di cottura dei cibi.

Inviata il 04 aprile 2007

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

La pentola a pressione funziona grazie alla sua chiusura ermetica. Quando si blocca il coperchio valvolato sul corpo della pentola, lentamente la pressione e la temperatura salgono, con lo scaldare del gas in fiamma. Ecco che allora, anche senza alzare la fiamma, una volta cominciato a bollire, grazie al vapore acqueo che lavora in presurizzazione, la temperatura sale oltre i 100 gradi e il cibo si cuoce meglio e in fretta.

Inviata il 04 aprile 2007

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

La pentola a pressione serve per risparmiare energia e tempo nel cucinare, e per cucinare in modo sano ma buono, senza sprecare sapore e qualità dei cibi. Grazie al vapore che si crea nella pentola per via della chiusura ermetica, la temperatura si alza, insieme alla pressione, e invece di assestarsi sugli 85/90 gradi che sono quelli di una pentola senza chiusura stagna, 100 gradi che sono l'ebollizione dello spaghetto o della polenta, nella pentola a pressione la temperatura arriva fino ai 120 gradi, il che consente di dare ai cibi un gusto diverso, più intenso.

Inviata il 04 aprile 2007

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

© Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati | Tuttogratis non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti. Tuttogratis e la tua Privacy.

rss