Domanda chiusa

Altra domanda

Parafrasi Non chiederci la parola Eugenio Montale

Mi dite una parafrasi o una traduzione di Non chiederci la parola di Eugenio Montale?

0 punti

Inviata il 28 maggio 2010 - 4 risposte

segnala abuso | salva nei preferiti | condividi | invia via mail

Risposte

Parafrasi Non chiederci la parola

Non chiederci la parola,che definisca con precisione sotto tutti gli aspetti, il nostro animo privo di certezze, e a lettere che lo chiariscano rendendolo luminoso come il fiore dello zafferano: perduto in mezzo ad un prato polveroso.
Ah l'uomo che sene và sicuro, daccordo con se stesso e con gli altri.
E la sua ombra non viene toccata che dal sole nel periodo più caldo dell'estate; proiettata su un muro privo di intonaco.
Non domandarci la formula che possa rivelarti nuove prospettive di conoscenza del mondo,bensì una distorta sillaba secca come un ramo.
Solo questo possiamo dirti oggi, ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.

Inviata il 28 maggio 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

Qui trovi testo e parafrasi della lirica Non chiederci la parola di Eugenio Montale.

Inviata il 28 maggio 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

Cerca qua parafrasi, testo e analisi di Non chiederci la parola del Montale, fa parte di Ossi di seppia.

Inviata il 28 maggio 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

Non chiederci la parola
Non chiederci la parola che squadri da ogni lato
l'animo nostro informe, e a lettere di fuoco
lo dichiari e risplenda come un croco
Perduto in mezzo a un polveroso prato.

Ah l'uomo che se ne va sicuro,
agli altri ed a se stesso amico,
e l'ombra sua non cura che la canicola
stampa sopra uno scalcinato muro!

Non domandarci la formula che mondi possa aprirti
sì qualche storta sillaba e secca come un ramo.
Codesto solo oggi possiamo dirti,
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.

Non chiederci la parola,che definisca con precisione sotto tutti gli aspetti, il nostro animo privo di certezze, e a lettere che lo chiariscano rendendolo luminoso come il fiore dello zafferano: perduto in mezzo ad un prato polveroso.
Ah l'uomo che sene và sicuro, daccordo con se stesso e con gli altri.
E la sua ombra non viene toccata che dal sole nel periodo più caldo dell'estate; proiettata su un muro privo di intonaco.

Inviata il 29 maggio 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

© Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati | Tuttogratis non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti. Tuttogratis e la tua Privacy.

rss