Domanda chiusa

Altra domanda

Analisi San MArtino Giosuè Carducci

Dove trovo l'analisi e commento di San Martino di giosuè Carducci?

-1 punti

Inviata il 06 maggio 2010 - 4 risposte

segnala abuso | salva nei preferiti | condividi | invia via mail

Risposte

Prova a leggere qui l'analisi di San MArtino del Carducci, trovi anche il testo.

Inviata il 06 maggio 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

Leggi qui analisi e parafrasi della poesia San Martino del Carducci.

Inviata il 06 maggio 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

Forse in questo sito trovi ispirazione per un'analisi delle tematiche e delle figure retoriche di San Martino di Giosuè Carducci.

Inviata il 07 maggio 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

La poesia adotta la metrica dell'odicina anacreontica (quattro quartine di settenari).
Si descrive un paesaggio in bianco e nero con l'eccezione del colore rossastro al termine della poesia che serve a far risaltare ancora di più il volo degli uccelli neri.
Evidente il contrasto tra l'atmosfera del borgo e il suono del mare in tempesta agitato dal maestrale, simbolo di un' inquietudine che, a mano a mano che si sale con fatica verso la cima del colle , quasi svapora attraverso la nebbia che vela la realtà, che non ci fa capire cosa veramente vogliamo, finché si giunge alla chiara allegrezza del borgo dove il rumore del mare è ormai lontano e dove si diffondono gli odori del vino che si sta facendo e della carne che gira sullo spiedo. Questi sono i suoni della pace, il vino che bolle nelle botti, la legna dello spiedo che scoppietta contrapposti alla furia del vento che agita il mare dell'esistenza umana.
Al termine della faticosa salita per la conquista della tranquillità ci attendono il vino e il cibo, una consolazione e un modo per raggiungere serenità, lasciare alle spalle, giù in basso il mare agitato della vita.
La serenità, oltre che negli odori, qui tinta di tristezza, è nel suono : nello zufolare del cacciatore che appoggiato alla porta di casa guarda pensoso le nuvole rosse per il tramonto dove si stagliano uccelli neri che volano via come i foschi pensieri.
È una pace questa che si percepisce durerà poco, poiché ancora si sente là, in basso, il mare della vita rumoreggiare e poiché il poeta è ormai al tramonto che precede le tenebre della notte.

Inviata il 07 maggio 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

© Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati | Tuttogratis non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti. Tuttogratis e la tua Privacy.

rss