Domanda chiusa

Altra domanda

Perchè quando si muore si fanno i vermi?

Come mai nei cadaveri si formano i vermi? Ce li abbiamo già addosso o arrivano solo dopo la morte?

0 punti

Inviata il 20 aprile 2010 - 5 risposte

segnala abuso | salva nei preferiti | condividi | invia via mail

Risposte

E' una leggenda metropolitana quella che vuole che quando si muore si fanno i vermi. I vermi nei cadaveri arrivano in diversi modi. Se il cadavere non viene subito protetto dall'azione delle mosche carnarie, queste arrivano e depongono le larve che si trasformano in pochi giorni in vermi. Un altro caso è quando il cadavere viene seppellito e a causa della pressione dei gas di putrefazione e della terra la bara di zinco si rompe ed allora entrano vermi dal terriccio.

Inviata il 20 aprile 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

arrivano solo dopo la morte, non puoi averceli in corpo quando sei vivo (tranne se hai i vermi)

Inviata il 20 aprile 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

Non è vero che quando si muore si fanno i vermi, succede solo se il cadavere rimane esposto agli insetti come le mosche carnarie dopo la morte. Nel qual caso le mosche carnarie depongono i bigattini ed ecco che nel cadavere ci sono i vermi.

Inviata il 20 aprile 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

La putrefazione del corpo quando diventa cadavere dipende da fenomeni batterici, nulla c'entrano i vermi. Un corpo morto non può produrre vermi a meno che non arrivi un insetto a deporci le larve che poi si trasformano in vermi.

Inviata il 20 aprile 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

Credo abbiate tutti le idee poco chiare in materia. Troppi venerdì 13 alle spalle? O fantasia sfrenata? Dunque vediamo:
per prima cosa neghiamo l'assunto contenuto nella domanda, è decisamente falso che i cadaveri generino vermi durante la decomposizione cadaverica. Questo lo si sa da almeno 500 anni, da quando Redi dimostrò l'infondatezza della teoria aristotelica della generazione spontanea. Niente vermi se non ci sono le mosche a deporre le loro uova (che non sono affatto microscopiche!). "La vita nasce dalla vita" diceva Redi, nessuno lo ha ancora contraddetto!!! Perciò, se il cadavere è stato protetto dall'attacco delle mosche dal tempo della morte a quello della sua inumazione... niente vermi. Si usano veli, lenzuola, frigoriferi, ecc... niente vermi. La putrefazione è un fenomeno biochimico e microbiologico che non richiede la presenza di metazoi. Batteri e funghi assolvono egregiamente al loro compito. In particolare i loro enzimi litici, che uniti a quelli presenti nei lisosomi delle nostre cellule, portano il cadavere a una totale e irreversibile ( lo dico per chi ama gli zombies) colliquazione. Resta integro o quasi solo lo scheletro. Le ossa essendo prevalentemente costituite da idrossifosfato di calcio (apatite) non sono soggette alla putrefazione. Tengono bene lo scontro anche unghie, capelli e peli. La cheratina che li costituisce è una proteina a lenta digestione.
Inumato in terra o nel loculo cimiteriale, il cadavere essendo sigillato (non sotto vuoto, ma ai fini pratici è come se lo fosse) nella bara, non ha contatti con l'esterno fino al momento dello schianto della vasca di zinco in cui è contenuto per legge... la rottura generalmente avviene per la sovrappressione generata dai gas della putrefazione. Se la sepoltura è avvenuta in terra, è possibile che vermi terricoli e insetti necrofori s'introducano nella bara attratti dalle appetitose esalazioni. Se la sepoltura è in loculo murario nulla o quasi raggiunge i poveri resti, difesi ancora saldamente dall'involucro di legno (lo stesso che una volta interrato rapidamente marcisce).
Cosa differente avviene se il cadavere resta esposto agli insetti (ad esempio in caso di omicidio o suicidio) e venga ritrovato giorni dopo la morte. La presenza delle larve aiuta persino a stabilire con buona approssimazione la data della morte (vedi Phenomena di Dario Argento, anziché i recenti telefilms americani da sfigati). Ciò è però di competenza più mia che tua, tralascio quindi di dare descrizioni... un po' macabre. Meglio la TV della realtà.
Ordinariamente, per concludere, possiamo dire che le nostre attuali sepolture non conoscono vermi. Mi raccomando: niente vermi, non me li nominate più, soprattutto agli esami di medicina legale!

Fonte: Yahoo! Answers.

Inviata il 21 aprile 2010

Commenti (0) | Segnala abuso

0 punti

© Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati | Tuttogratis non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti. Tuttogratis e la tua Privacy.

rss